Pedagogia e Religione nella scuola Waldorf

Sabato 26 ottobre 2019 dalle 9:00 alle 16:00
Sabato 1 febbraio 2020 dalle 9:00 alle 16:00

La Casa d’oro
loc. Cabriolo 40, 43036 Fidenza (PR)

Pedagogia e Religione nella scuola Waldorf

Giornate di approfondimento e condivisione
Comprendere e sperimentare le profonde motivazioni alla base del piano di studi delle scuole Waldorf

Noi amiamo i nostri bambini; il nostro insegnamento trae ispirazione dalla conoscenza dell’uomo e dall’amore per i bambini. E un altro amore è tutto attorno a noi: l’amore dei genitori per la vera essenza della scuola. Soltanto all’interno di una tale comunità possiamo lavorare per un futuro in cui l’umanità possa prosperare e resistere.”

Rudolf Steiner in più occasioni disse con chiarezza che la scuola Waldorf può vivere e costruire per il futuro grazie ai bambini, alla dedizione degli insegnanti e alla comprensione dei genitori della vera essenza della scuola.

Queste tre sfere sono collegate, come lo sono le forze dell’anima del pensare, sentire e volere. Questo legame, questo collegamento, è di natura religiosa: ognuna di queste tre sfere vive, opera e percepisce le altre in modo profondo e propositivo. Tra esse nascono e crescono la fiducia e l’amore per la scuola.

Dobbiamo pertanto formarci una nuova idea della religione, della religiosità e dell’impulso religioso. Un’idea che non proviene da modelli o confessioni, o che viene vissuta in ristretti ambiti esoterici, ma qualcosa che vive nella quotidianità e nella relazione. Steiner infatti dice che religioso, sociale e morale sono sinonimi.

Vogliamo proporre uno spazio di condivisione su questi temi con genitori, insegnanti e con quanti desiderano approfondire questo grande tema. Insieme cercheremo di vedere come la conoscenza del bambino piccolo e del suo organismo ci permetterà di porre, come educatori, le basi corporee per un sano sviluppo dell’essere religioso e morale.

Vedremo poi come il nostro piano di studi, attraverso lo svolgersi delle materie nelle diverse età, porti il bambino e il ragazzo a cogliere il profondo legame tra l’uomo e il mondo, ponendo qui le basi per una futura coscienza slegata da mode e ideologie, ma ispirata dall’amore per il mondo e l’umanità.

Infine attraverso un’esperienza artistica vedremo come la religiosità sia l’espressione della propria individualità e non la ripetizione di un modello.

L’incontro si svolgerà sabato 26 ottobre a scuola con questo programma:

  • 9.15 Parte teorica: L’organismo sensorio del bambino come base per lo sviluppo della moralità e degli impulsi religiosi. 45 minuti

  • 10.00 Conversazione: Come il nostro piano di studi nutre l’anima religiosa: attraverso alcune materie sperimentiamo che il mondo manifesta un ordine morale. 60 minuti

  • 11.00 Pausa caffè

  • 11.30 Parte artistica: Dal modello religioso alla formazione di una religiosità individuale: esperienza artistica 60 minuti

Vogliamo proporre di pranzare poi insieme e alle 14.00 fare un lavoro a gruppi, per sperimentare come un processo sociale sia assai più che l’applicazione di tecniche, ma una occasione per manifestare i propri talenti e scoprire quelli degli altri.

La partecipazione, assai gradita, è libera, ma vi preghiamo di volerci confermare la vostra presenza per la giornata, contattando Franco Ulcigrai 348 2930797, o la Scuola al numero 339.1210165 oppure scrivere a eventi.lacasadoro@gmail.com

Ingresso libero, è gradita un’offerta a sostegno delle attività culturali dell’Associazione per la libera pedagogia steineriana – Giardino d’infanzia 3-6 anni – Istruzione primaria e secondaria di primo grado.
Iscrizioni sempre aperte!

0-7 anni, accogliere e accompagnare una nuova Vita

Venerdì 4 ottobre dalle 20:45 alle 22:45 e
Sabato 5 ottobre dalle 9:00 alle 12:30

La Casa d’oro
loc. Cabriolo 40, 43036 Fidenza (PR)

conferenza 0-7 anni accogliere e accompagnare una nuova Vita

Percorso di 4 incontri
dedicato ai genitori in attesa, alle neo mamme e agli operatori della prima infanzia

La nostra epoca è caratterizzata dall’individualismo. Spesso questo è visto come un fattore negativo, specialmente per quanto concerne l’aspetto relazionale. In realtà mai come in questa epoca, che Steiner caratterizza come l’epoca dell’anima cosciente, gli individui sono unici e la loro bio –grafia è altrettanto unica. Ognuno ha le potenzialità per trovare il proprio compito e apportare il cambiamento nel mondo in cui vive la sua esperienza terrena.
Chi opera nell’educazione sa bene come, anche nell’arco di pochi anni, i bambini manifestino fortemente dei tratti individuali significativi, che si possono esprimere come talenti o, spesso, come problematicità. Genitori ed educatori non sono sempre preparati, ed attrezzati, per comprendere ed accompagnare figli ed allievi che non “rispondono” ai modelli conosciuti. Ecco perché Steiner raccomanda di non educare seguendo un metodo ma osservando, ascoltando, dedicandosi agli allievi senza fare dei piani e programmi prestabiliti.
Se oggi diciamo che di nessun bambino, o ragazzo, possiamo conoscere ciò che egli sarà e diventerà, siamo nel giusto. È il mistero della nascita, del destino individuale, della costellazione, famiglia, comunità, classe, in cui l’anima si trova a vivere.
Questo mistero, affascinante e stimolante, inizia già dall’incontro delle due persone destinate a dargli la vita. Continua con il neonato che, pur “sprovvisto” dei mezzi comunicativi consueti, così tanto dice a chi lo circonda e lo ama.
Nell’età scolare tocca anche all’educatore cogliere i segni di questa individualità. Chi si dedica a questa professione con amore e riesce a non scoraggiarsi per gli “insuccessi” sa che il filo del destino, o karma che Steiner invita a trattare con la massima attenzione e senza alcuna superficialità, si svolge con tempi e modi che non rispondono a leggi fisiche o meccaniche, ma proprio nella relazione tra due anime.
Questi e altri temi potremo condividere grazie a Elio D’Annunzio, medico antroposofo, medico scolastico e grande conoscitore, poiché attento e amoroso osservatore, dell’infanzia. Le domande che ognuno di noi ha rispetto ai figli o agli allievi potranno trovare risonanza e condivisione in un lavoro seminariale che ci permetterà di ampliare, più che le nostre conoscenze, la nostra sensibilità e la responsabilità per i bambini e i ragazzi che ci sono affidati.

Per ulteriori informazioni chiamare il numero 339.1210165 oppure scrivere a eventi.lacasadoro@gmail.com

Ingresso libero, è gradita un’offerta a sostegno delle attività culturali dell’Associazione per la libera pedagogia steineriana – Giardino d’infanzia 3-6 anni – Istruzione primaria e secondaria di primo grado.
Iscrizioni sempre aperte!

La sfera economica in relazione alle altre sfere culturale e giuridica

Venerdí 31 maggio, 20:45

a cura di Anna Mattei

Agriturismo Innsbruck
strada Siccomonte 7
Fidenza PR

Anna Mattei Realizzazione, Successo, Ricchezza

La felicità richiede una perfetta virtù e una vita compiuta

Nel corso del seminario verranno esaminati i tre aspetti qualitativi della sfera economica, realizzazione, successo e ricchezza, saranno approfonditi e messi in relazione con la nozione di karma e con la visione spirituale, religiosa e filosofica.
Durante il seminario saranno approfonditi alcuni temi come:

  • che cos’è il denaro?
  • economia e fratellanza
  • quale nuovo paradigma economico-sociale accompagnerà la rivoluzione tecnologica ormai alle porte?
  • le virtù, cosa sono e cosa significa praticarle.

Il seminario sarà accompagnato da attività individuali e di gruppo e da attività artistiche.

L’evento proseguirà
Sabato 1 giugno dalle 9:00 alle 18:00
Domenica 2 giugno dalle 9:00 alle 13:00

Alimentazione e temperamenti umani

Sabato 13 Aprile, ore 9:30

a cura di Jessica Callegaro e Lorenzo Locatelli

La Casa d’oro
loc. Cabriolo 40, 43036 Fidenza (PR)

I temperamenti sono l’intonazione particolare dell’essere umano e conferiscono alla vita bellezza e ricchezza. Ognuno di noi è unico, ognuno di noi è un enigma e ciascuno di noi procede per la vita con un passo caratteristico. R. Steiner

Non sarà il “solito” corso di cucina ma anche un’occasione per approfondire la teoria dei temperamenti umani, a cui nelle nostre scuole si presta molta attenzione (proprio per questo i nostri bimbi hanno dei bellissimi grembiulini colorati 😍), quindi di conoscerci e di conoscere meglio i nostri figli. Ma soprattutto di comprendere che anche il cibo è un importante strumento di conoscenza e di benessere se è equilibrato alla nostra natura e a quella dei nostri bambini. Sarà anche un momento dedicato anche alla conoscenza dell’Antroposofia e di altre discipline e filosofie che si incontrano in una comune visione della natura dell’uomo e del cibo. E ovviamente cucineremo insieme (e mangeremo 😋) immergendoci nelle atmosfere e nei colori di ogni temperamento.
Vi aspettiamo!
Orario 9.30/16.30
Costo 40 euro (con dispensa e pranzo)
Per info su corso potete contattare Jessica al 393/9083771
Per iscrizioni scrivete a eventi@lacasadoro.it

I 12 anni come porta verso l’individualità

8 Aprile, ore 20:30

a cura di Franco Ulcigrai

La Casa d’oro
loc. Cabriolo 40, 43036 Fidenza (PR)

Tobia e l'angelo

Nel Nuovo Testamento vi è un episodio del Vangelo di Luca in cui Gesù viene trovato dal padre Giuseppe, che lo attendeva a casa, a parlare con i dottori del tempio a Gerusalemme. Quando il padre gli chiede il motivo del suo mancato ritorno, Gesù risponde che “aveva da fare le cose del Padre suo”, intendendo il Padre celeste da cui il suo Essere divino proveniva.

Così abbiamo un’ulteriore conferma che con i 12 anni qualcosa del destino che ogni individuo deve portare a compimento si disvela. Una prima consapevolezza ancora , non per Gesù ma nella maggioranza dell’umanità, non del tutto chiara. Ecco perchè dobbiamo creare per i ragazzi di questa età delle situazioni che li aiutino a vedere “oltre”, a intravedere ciò che ognuno ha preparato per se stesso nel suo percorso tra il mondo spirituale e quello terreno.
Nel Rinascimento gli artisti che hanno portato il loro segno pittorico avevano, quasi sempre, una visione ampliata rispetto all’evoluzione umana; così nelle loro opere possiamo trovare molte cose che ci aiutano a comprendere come essa si svolge nelle diverse fasi. il dipinto di Andrea del Verrocchio “Tobia e l’angelo” ne è una delle testimonianze più meravigliose. Qui entriamo nel passaggio del dodicesimo anno, con gli entusiasmi e le incertezze che lo caratterizzano.
Attraverso l’osservazione del dipinto, e partendo dal racconto dell’Antico testamento a cui esso è riferito, proveremo a tratteggiare alcuni aspetti di questo importante momento evolutivo.
L’incontro è aperto a tutti.

Ulteriori approfondimenti